martedì 25 marzo 2008

però così non si fa

Rovesciare due dita d'acqua tra due portatili, congratularsi con te stessa per essere stata così abile da aver beccato il valico, andare con calma a cercare fazzoletti di carta, asciugare il valico per poi accorgersi che l'acqua è tracimata, scoprire che si è infiltrata sotto portatile n.1, portatile n.2, vecchio e devastato telefonino a cui però sei tanto affezionata, passaporto, modem, scatola cd, e però scoprire che se non altro hai risparmiato il tom tom del babbo di ex-fidanza a cui devi caricare la cartina dell'est europa, non che il nano (fiu), non è certo il modo migliore per risvegliarsi dal pisolino pre-cena (insonnia mollami, daaai).

A parte questo, come dice il mio amico del mare, tutto va per il meglio.
Però stasera c'avevo da lavorare e non ho combinato una sega, perdendomi nelle ultime configurazioni del portatile n.2 che andrà in regalo all'amico che non ce l'ha [no comment sui miei bradipeschi tempi, però lo stronzo stasera doveva venire a cena e mi ha paccato a favore del vil denaro! Rimasi male]. Ah, e poi perdendomi in materia di contratti di lavoro, che dire che non c'ho capito un cazzo è essere minimalisti.

Però mi sono arrivate due mail, una da un paio di ex-colleghi che, sebbene una in Irlanda e l'altro in Italia, lavorano sempre per la stessa società, e una da una ex-collega che mentre io cambiavo piccoli dettagli della mia vita, lei cambiava forma e a soli 21 anni sfornava il bamboccio.
Due mail che mi hanno fatto venire nostalgia, ché un tempo si lavorava tutti assieme, e tutte e tre noi femmine sbavavamo per il nostro capo.
Si sa, sono melanconica.

Però ho vinto una pizza, grazie a un tizio che si è finalmente deciso a fare il McDreamy della situazione (beh, in ascensore però si trasforma, con o senza luna piena, in un emulo di Siffredi Rocco, e io la mia amica "vittima" di costui la invidio tanto, ché io in ascensore solo una scopatina-ina una volta, ma niente più, sic).

6 commenti:

Zino ha detto...

C'è anche ci ci9 ha versato un intero bellini sul suo unico ed appena acquistato, con copioso sudor dela fronte, portatile.

Sii giuliva, nulla accade per caso.

Doei doei

Fragola ha detto...

uff...mangiaci sopra un po' di cioccolato... (sopra il dolore, non sopra i computer!)

Lillo ha detto...

Hmmm, in ascensore mi manca. Mannaggia!

Pappina ha detto...

@zino: minchia, poi il bellini è proprio ostico, si appiccica. il fatto che tu mi dica che nulla accade per caso significa che le disintegrazione del passaporto mi deve far pensare a rimanere a casa per 10 anni almeno?

@fragola: e i lindor ovetti rossi accanto a me non si notano? comunque, con una sfiga veramente pazzesca, sono riuscita a spiaccicarne uno a terra, che perdita, maledizione!!!

@lillo: in ascensore è assai adrenalinico, finché non ti becca un condomino, che rende tutto ciò un po' triste. per non parlare del fatto d'essere etichettata a vita come il puttanone del condominio (tu, essendo maschio, beccato da un altro maschio, faresti la figura del superfaigo, e poi mi parlano di parità dei sessi).

steff ha detto...

non c'erano ancora i telefonini con la fotocamera, vero?
ah se capitasse a me... :P

Pappina ha detto...

@steff: per fare una foto a te stesso che orgoglione trombi in ascensore oppure ai condomini? comunque a me non mi hanno beccato, i vicini mi salutano ancora...