domenica 5 ottobre 2008

una sorella e altre inezie tono su tono

Devo ammettere che da quando mia sorella è tornata dalla Florida, è decisamente in buona. Non ha ancora avuto i suoi soliti attacchi bipolari. E quindi tutti zitti, ché se ne si parla, poi ricominciano. E io, si sa, ci soffro (anche se ciò non mi impedisce di mandarla affanculo).
Si è persino ricordata di comprarmi una cosa all'ikea (certo, se me lo avesse detto, le avrei dato la lista della spesa, ma vabbé).

Sveglia 11 e mezza, pranzo di 15' (frutta-caffè-sigaretta, ché dopo pane e Nutella non ci sta altro), gelato alle 4 e mezza della tarde, ma non mi è bastato e dunque ho approcciato il barattolone della Nutella. Quando non ne sento quasi più il sapore, so che è ora di chiudere il barattolone. Circa 100 grammi dopo e 1.850.384 calorie dopo. Alle 5 e 20 cadevo in uno stato di profonda catalessi da cui mi riprendevo alle 7 della tarde. Alle 11.15 (ora) guardo sgomenta l'orologio: ma che cazzo ho fatto in queste quattro ore, a parte inviare, con soli due giorni di ritardo, gli auguri di compleanno a Hair (compagno di liceo ed ex-amico fraterno, prima che fosse modellato a immagine e somiglianza da quell'arpia della sua compagna che ci odia tutti)?

Quando si dice una domenica interessante.
E pensare che dovevo partecipare a un torneo di scherma, miracolosamente previsto per le 13, dunque Papp's compatible.

Altre inezie.
  • sento i fuochi d'artificio. Adesso bisogna spiegare a qualcuno che i fuochi d'artificio si fanno d'estate. E ieri sera verso l'una, quando sono rincasata, c'erano nove, dico nove, gradi. Che non mi sembra proprio temperatura estiva;
  • mia madre ha le pustole. Adesso bisogna spiegarle che quando io prima (a 25 anni) e mia sorella dopo (un paio di settimane, dopo) prendemmo la varicella, forse era il caso che non facesse tanto la figa facendo la mamma-chioccia. Ai tempi lei non s'ammalò, con nostra totale incredulità, e pensammo si stesse sbagliando nel ricordo di non esserci passata. Ma forse che forse se l'è presa ora, e ciò mi sgomenta, ché come minimo a me viene fuori il fuoco di sant'antonio (chissà com'è contento sant'antonio di essere ricordato per 1.acqua minerale 2.malattia deturpante);
  • la mia ospite di ieri aveva tutto tono su tono, come previsto. Adesso bisogna spiegarle che non è necessario che anche la sua maglietta richiami il colore della tovaglia. Ho avuto un momento di tenzione quando scrissi un sms al di lei fidanzato (comunicazione di servizio su dei giochi per la console nds), ed egli subito mi rispose. Avendogli l'amica telefonato mezz'ora prima ed avendole egli non risposto, l'amica si è un po' alterata, l'ha chiamato e gli ha detto con spregio: "Sei ubriaco?", e non ho capito il tono di spregio, che saranno sì passati anni, ma pure lei (grazie a me, corruttrice per eccellenza) sono certa si ricordi quant'è bello essere ciucchi. E comunque la signorina mi aveva promesso che non si sarebbe incazzata, se lui m'avesse risposto. Vatti a fidare degli avvocati. Ma pur'io che ossimori scrivo. Sarà che ho un po' sonno;
  • è bello non avere numeri, così uno può chiudere quando cazzo vuole, e io ora chiudo. Gli occhi. Ancora. Ma non per sempre. Spero.

5 commenti:

steff ha detto...

hai scritto "nds" :PPP

Zino ha detto...

Fuochi d'artifico? Nove gradi? Ma dove? Ma quando?

Rewind... le figure di merda dicevi che avresti potute farle tu, non so per quale motivo aggiungerei io, in calce al commento n. 4 del post del 2 ottobre.

Pappina ha detto...

@steff: eh... nintendo ds, ovvero nds... ha un altro significato che a me di certo sfugge?

@zino: eeeeeeeeh, qui in giro, davvero. nove gradi sabato sera e ieri fuochi d'artificio a palla durati almeno un quarto d'ora. le f.d.m. si riferiscono al fatto che probabilmente non ci prenderai neppure con un particolare tipo il numero di scarpa...

steff ha detto...

ahh pensavo NdS = Nota di S. :P

Pappina ha detto...

@STEFF: MEGALOMANE!!!