domenica 10 febbraio 2008

e non sono stata ancora sloggata

Io credo fermamente nel fatto che il sito dell'ikea debba avere, come misura cautelare verso la salute mentale pubblica, un bel serverone che ti dica: "Attenta cogliona! sono 2 ore e passa che passi da malm a bonde a komplement e viceversa, sappi che tra 10' sarai sloggata automaticamente", mentre invece no, e io sto uscendo scema.

E invece potrei anche uscire, però di casa, assumendo una finta aria intelligente: ora che con sforzo cosmico chiuderò 'sto cazzo di sito dell'ikea chiederò alle tre belve, una per volta dal più anziano al più giovane, che qui la bestia anziana s'incazza di brutto se non interpello lei per prima, se hanno voglia di farsi un giro.
Ché un po' d'aria fresca potrebbe farmi bene.

Oggettivamente mi sento un po' lobotomizzata. Forse lo sono già di mio, ma di solito non me ne accorgo. Se me ne accorgo é grave assai.

Oggi qualcuno è partito per una crociera sul Nilo, oggi qualcuna (ehm) ha mancato il Tato, uno dei miei bimbi preferiti, perché alle 11.25 ronfava, oggi qualcuni (plurale) sono tornati mesti mesti dalla montagna ché ieri sera gli hanno ciulato gli sci, nuovi nuovi, costosi costosi e performanti performanti, fuori dal ristorante in quota.

Adesso dico io. Quando ero ragazzina mollavo gli sci sulle rastrelliere e andavo a mangiare. Neppure mi passava per l'anticamera del cervello che qualcuno potesse fottermeli (forse anche perché erano di ottava mano, anzi, piede), invece superata l'adolescenza un po' l'ansia mi è venuta.
Io, astuta come una faina, mettevo i miei vicini a quelli molto più fighi dei miei, così mi sentivo più serena. [anche se non so effettivamente come Serena di norma si sentisse]

Questo vuol forse dire che è aumentata la criminalità?
Certo che no. Solo che i ladri hanno imparato a sciare. Era ora. Così non si dirà più che lo sci è uno sport classista.

[non è escluso che a marzo vada a sciare. Nel qual caso un vento ghiacciato a mille milioni di km orari proveniente dalla Siberia provocherà lo spazzamento totale di Trieste e una piccola glaciazione di giorni tre sulle Alpi. Giusto per puntualizzare]

Non avendo ancora avuto modo di dire che anche giovedì ho battuto in due incontri uno dei miei avversari (l'altro, quello maschilista, non si è palesato, peccato), tra un po' andrò a vedere un raduno della nazionale di scherma, insieme alla mia mini-squadra [strumento affascinante, quasi come il compasso].
Diononvoglia che ci facciano tirare, perché tra una cura che avrò appena finito e che mi rende vivace come la pelle di un orso usata come tappeto, e il mio elevato spirito competitivo, farei una figuradimmerda colossale.

P.S. Volevo fare un complimento per "donnamerda". Un complimento lievemente criptico, lo so.

4 commenti:

stormeyes ha detto...

per l'appellativo? ahahah!

Lillo ha detto...

Certo che per rubare gli sci ad uno sulle piste, ci vuole un bel figlio di sultana.

Che poi tocca metterti un nylon sotto il sedere e farti tutta la pista di culo.

Bastardi.

Baci,
-L.

Zino ha detto...

Passo dopo aver letto i consigli lasciati a donnamerda...
Donne come te, son sempre troppo poche.

Pappina ha detto...

@stormeyes: s, ma anche per il post, ahahah!

@lillo: però devo essere sincera, io due bastarde risate me le sono fatte, soprattutto quando il qualcuno (maschio!) aveva sceltogli sci iper-competition coordinati con la tuta da sci, ma daaaai!!! Io quando lo feci (prima però gli sci, dopo la tuta, eh!) avevo appena passato la maggiore età...

@zino: per fortuna, se no sai la concorrenza?