martedì 15 gennaio 2008

emergenza? "no!" mater dixit

Chiunque abbia a che fare con un genitore vecchietto ma arzillo e furbastro, saprà di cosa sto per scrivere.
È che qui abbiamo a che fare con persone che, sticazzi, altro che andare a sciare prendendo la seggiovia velocissima coperta, bensì andare a sciare sulle vette circostanti il paesello, con sci dal peso di 2 tonnellate l'uno e risalite fatte rigorosamente a piedi. E stiamo parlando di quelli fortunati.
Di quelli che ancora ti recitano poesie imparate in seconda elementare, che sanno tutte le (vecchie) provincie di tutte le regioni, di quelli, come mio babbo, che conosceva Trilussa a menadito. Io non saprei neppure dire tutta la bibliografia di Ammaniti Niccolò.

Mia madre è parte della specie.
Ma minchia, se è testarda.
Mater ha la pessima abitudine, per ragioni che a me rimangono tutt'ora sconosciute, di interrompere il ciclo della lavatrice per poi riprenderlo in altro momento. L'altro giorno, mentre io agognavo di far partorire dalla scatola il nuovo portatile e passare ore e ore a farne la conoscenza [a proposito, sto scrivendo dal vecchio, se no mi si offende], la vedo smanettare con aria preoccupata su manopole e manopoline della lavatrice.

L'aria preoccupata non è da lei.
Non appena percepisce la figlia in movimento, cambia maschera, tira fuori un sorriso a denti stretti, e mi dice: "Non capisco come mai..." mentre io urlo: l'oblò è per 3/4 pieno d'acqua. La figlia col cipiglio le chiede che (minchia) ha combinato, lei dice che no, niente, aveva arrestato la lavatrice e adesso voleva farla ripartire, però si sentiva solo il rumore dell'acqua che riempie il cestello e mai quello dello scarico.

"Mami, ma com'è che la lavatrice te l'avevo settata io a 70C e ora è a 60C?"
Bofonchia di qui, tira su le spalle di là, mi gira di scatto la testa dall'altra parte, ovvero tutte quelle movenze che sanno di mater colpevole di qualcosa che non andava fatto, e che scatenano in te la forte compulsione a sradicare l'oblò e farci entrare tua madre dentro, non necessariamente intera.

In pratica, per risparmiare questi 10 fondamentali gradi (era la lavatrice degli stracci più lerci del mondo, neppure 170C sarebbero bastati), ha interrotto un programma ma poi, senza portarlo a termine, è come se ne avesse cominciato uno ex-novo.

Figlia incazzata tenta nell'ordine: scarico acqua, centrifuga, centrifuga delicata. Dopo 15' di attesa per ognuna delle funzioni indicate, tutte le possibili spie iniziano a lampeggiare come colte da attacco eplettico. Guardo le istruzioni: lavatrice kaput. Lo comunico alla mater, che s'incazza con me dicendo che con la sua vecchia lavatrice questo non sarebbe mai successo! Lei si che lo scarico dell'acqua l'avrebbe fatto senza tante storie!

Nel frattempo, mentre io tentavo e ritentavo senza successo, arriva un vicino che le aveva comprato qualcosa al supermarket (poraccio), e naturalmente viene coinvolto. Ha un'ideona: "Non è che c'è il filtro otturato?", e comincia a smanettare, bontà sua.
Risultato: il filtro era liberissimo, ma lui, alla velocità di circa 20cl per volta, ché il filtro è basso basso e devi raccogliere l'acqua che ne esce con un recipiente altrettanto basso, si è svuotato l'intero cestello. Ai 6 catini di acqua gettata, ho iniziato a pensare d'essere pazza: può contenere un oblò pieno a 3/4 6x4=24 ventiquattro litri e passa d'acqua?
Mi sa che può.

Con questo mi sono segata via metà weekend.
Con questo e il sonno poi sopraggiunto. Alle 6 sono crollata stecchita, come fa mia zia che oggi compie 93 anni e per telefono mi ha detto "Mi avete commosso!", per uno stupido mazzo di fiori che io e mia sorella le abbiamo mandato, quando invece sono sempre io a commuovermi quando mi dice: "Tante belle cose", e lei si che ha l'intenzione vera di farti un bell'augurio.
Intanto ha seppellito i suoi 4 fratelli, ben più giovani.
Ha una scorza.

Dovevo riequilibrare la mater nell'oblò con qualcosa di sentimentale.
Se no mi sembro un mostro.

P.S. Io sono stata tra coloro che hanno sorriso alla ritirata del Papa, che per di più si è dimostrato pavido (e facciamoglielo sapere che Gesù ha subito altro che una contestazione studentesca), ché scienza e religione cattolica non sono mai andate d'accordo. E ho provato il solito schifo per l'ipocrisia di politici e giornalisti finto-cattolici che hanno parlato di fatto gravissimo. Per vaccaparrarsi elettori o lettori finto-cattolici.
[il fatto gravissimo è riempire e svuotare a mano un'intera lavatrice dall'acqua, altroché]

6 commenti:

Lillo ha detto...

Sapessi cosa è capitato quando ho portato a casa il televisore nuovo.
Oh, è stato così brutto essere me.

Certo che sei proprio irascibile.

:D

Sì, concordo pienamente sull'ultima parte. Per farsi eleggere papa, per me, uno dovrebbe per lo meno essere in grado di fare la via crucis. Cioè, quella vera, intendo. Che secondo me avrebbero un'illuminazione su certe cose.

Vabbè, taglio.

Baci,
-L.

shenkerla ha detto...

Hai letto Ammanniti? HAi visto il film "L'ultimo capodanno"? C'è una Bellucci fantastica.
Concordo sul Papa e su Gesù.
Senti, la mia di mater ancora non ha capito la differenza tra on e off

steff ha detto...

evviva per il tuo P.S! :)

(certo che io non mi posso permettere una lavatrice solo per gli stracci)

Pappina ha detto...

@lillo: mbeh? che è capitato con la tv? si, sono effettivamente un po' irascibile, ma sai com'è, quando ci si trova con una madre che ignora che la lavastoviglie abbia dei filtri da pulire e l'aspirapolvere il sacchetto da cambiare, è difficile mantenere la calma.
Mi chiedo perché Ratzi non abbia fatto solo il teologo, magari tele-tempo-trasportandosi in epoca medievale. O meglio: mi chiedo perché l'abbiano eletto.

@shenkerla: ho letto Ammaniti e L'Ultimo Capodanno in racconto era geniale. Il film l'ho perso... Ora me lo s...compro! Noleggio!
Su ON/OFF vai troppo sul difficile. Io le ho insegnato i simboli, e sbaglia pure su quelli...
Comunque noto che Ratzi è davvero molto amato. [non il ministro]

@steff: ero certa che avresti apprezzato il PS.
Sugli stracci considera ciò: mia madre ha un miliardo di cianfrusaglie. Tra cui un centinaio di stracci. Lerci. Presa da attacco di "oh minchia, divrenterò come lei", li ho buttati tutti in lavatrice e avviato il programma. La riempivano. Il buffo è stato quando il vicino mi dice: "Proviamo ad aprire dal filtro, ma mi servono degli stracci perché uscirà acqua". Credeva scherzassi quando gli ho detto che non ne era rimasto neppure uno, fuori dall'oblò.

PuroNanoVergine ha detto...

Mia madre blocca la lavatrice, gira la manopola spostandola di N tacche e poi si incazza perchè la lavatrice (modello nuovo di pacca) si ribella al cambio di programma rimettendo la manopola nella posizione corretta.

p.s. nota cinefila : l'Ultimo Capodanno, se ricordo bene, è quello con la Bellucci che mostra la patonza pelosa (mora). Recitazione indimenticabile (della patonza).

Pappina ha detto...

In effetti la MB non eccelle per l recitazione, mi pare, ma sai mai. Vedo comunque che il problema lavatrice è molto sentito. Dalle madri. (sarà perché urla molto forte? - nanopappspillola)