mercoledì 12 novembre 2008

sono un po' felice (e anche Coso ha la sua parte)

Sono andata con l'ex-amante di anni e anni fa a vedere un concerto. 
Non sapevo cosa regalargli per il compleanno e questa cosa è caduta a fagiuolo (insomma, 'sto mesetto dopo). Però il concerto non è stato bellissimo, perché il cantante è stanco, non ce n'è, e quindi sì, abbiamo cantato (io sbagliavo il 70% delle parole mentre mr. Perfettino no), ma siamo usciti un po' delusi. 

Uscendo sento cantare una voce che conosco.
E penso... 
Io: "Secondo me nel teatro tenda qua davanti c'è Coso che fa le prove!!!"
[eccitatissima, intendendo per Coso il mio idolo musicale della prima adolescenza e della post-adolescenza, il pezzo in mezzo no]
Lui: "Ma non è un cd da una macchina?"
Io: "Noneeee! E' lui che fa le prove, è lui che fa le prove!!!"

Siccome diluviava e siccome il mio ex-amante è un uomo assai compassionevole (i.e. prova compassione per me, la sua mentecatta preferita), mi ha caricato in macchina e portato nei pressi di questo luogo, e c'avevo preso, Coso faceva le prove. Solo che la seconda canzone che gli ho sentito provare (a spizzichi e bocconi, che oramai si sarà rotto il cazzo pure lui di fare duecentomila prove e un miliardo di concerti) è una tra le canzoni più belle del mondo, forse la mia preferita. E forse è la mia preferita perché mi ricorda la mia storia con lui, l'ex-amante, un amore grande (il più?) finito, paradossalmente, affinché durasse per sempre.

E mi sono emozionata, cazzo, ci scappava ["ci"=plurale maiestatis] quasi la lacrimuccia.
Poi ne ha cantata un'altra, che ho letto spesso che è la Coso's favorite song, e poi fine.
A parte che ex-amante ha provato, sotto la pioggia battente, a scassinare due porte per chiedere se potevamo assistere alle prove, alla fine mi ha detto:
"Vedrai che ora esce",
e come due avvoltoi ci siamo appostati vicino a un cancello da cui avevamo visto uscire un musico.

E mentre aspettavamo e fumavamo una sigaretta, il mio compare si è messo a intonare, una via l'altra, le canzoni di Coso, e io lo seguivo, e cantavamo insieme a squarciagola, che se Coso fosse uscito in quegli istanti ci avrebbe senz'altro reclutato.
E' stato un momento bellissimo, forse è il momento più bello vissuto da mesi a questa parte.
Non so se ha un legame col fatto che io e lui, dopo aver fatto l'amore, restavamo abbracciati a lungo a cantare. Forse anche no.
E' che quando io canto con qualcuno sento una specie di comunione [ho cercato un sostantivo meno ecclesiastico, ma mica l'ho trovato], se poi canto con una persona che mi guida, ché io se no sbaglio sempre le parole, è quasi come se qualcuno mi tenesse forte la mano.

Poi si è fatto tardi, gli ho detto:
"Andiamo, dai, se no arrivi alle tre",
lui è partito, ma andava pianissimo, e poi ha fatto tre volte il giro intorno al teatro, e alla terza, beh, c'era Coso.
Sono usciti in due e la mia attenzione su chi si è fermata?
Naturalmente su non-Coso, credevo fossero altri due musici.
Ma cazzo.
Nel frattempo lui ha cercato di scendere e di fermare Coso, ma io, vergognosa come una gazza ladra atipica che si vergogna, l'ho trattenuto con una gomitata sullo sterno (mi avrà amata assai in quel momento). E credevo fossero semplici musici.
Poi in pratica l'abbiamo inseguito, e fortuna che faceva la nostra stessa strada, finché anche io, in sorpasso, ho visto Coso.

Lui è triste. Non Coso. Lui.
Io ogni volta gli chiedo cos'abbia, ma non lo dice, cioè, dice un sacco di cose, ma non quelle giuste, secondo me. Poi mi faccio le pippe mentali perché, a distanza di anni, com'è per altro nostra consuetudine quando si tratta di raccontare segreti grossi, gli ho narrato brevemente la mia storia con ex-moroso, ma glielo dissi quando già era finita da un po', e credo che allora io non sarei gelosa, e credo che lui in questo mi assomigli.

Allora cerco di scavare, scavare, ma non c'è verso.
Mi sento impotente.
Gli devo molto, mi ha saputo e mi sa regalare incancellbili attimi di felicità.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Cazzarola però ... questi uomini... ma allora perchè non essere sempre allegri e sorridenti se poi uno gli chiede "Che c'hai con quella faccia?" e loro ti rispondono "Mmmm.Niente..." ... ooohh !
Ora che ci penso , ieri sera sono magistralmente ripiombata (come un meteorite in caduta libera ) nella vita del mio ex-amante ... dopo anni di silenzio . (gli avevano rubato il cell e aveva perso tutti i numueri di tel, mio incluso .
E io che ho aspettato quasi 3 anni ..boh!)

Cica-Cica

Zino ha detto...

Scusi sa, ma nonostante la curiosità non è mai intelligente... chi è COSO?

Lillo ha detto...

Hmmm.

Non so, la cosa che mi è rimasta più impressa di questo post è che, contrariamente ai soliti "trombare", "slinguazzare", ecc ecc, stavolta hai usato "fare l'amore".

Oh, magari sono io che ho la memoria corta, ma non mi ricordo che tu l'abbia mai detto (e vabbè, scritto).

Sono paranoide? Pò esse.

Baci,
-L.

Shenkerla ha detto...

oh...questa sembra il racconto di una puntata di un telefilm per ragazzi! ^__^