sabato 5 luglio 2008

un concerto (tra tanti)

Nel ricordare che la prima volta che vidi Ligabue fu al tempo degli antichi romani, in un piccolo locale della città grande, dove lui poteva guardare negli occhi ogni idolatrante e ogni futuro idolatrante (tra cui me medesima, che accompagnavo ex-fidanza, anche un po' riluttante per non dire quasi schifata), riassumerò:

  • ho portato al concerto la mia maestra di scherma, che ha 28 anni. "Per me è la prima volta...", "...che vedi un concerto a San Siro?", "No, in assoluto: che vedo un concerto". Il suo primo concerto. Ho barcollato un 15 o 16 minuti, poi mi sono ripresa. Non credo di essere un'eccezione, ma io il primo l'ho avuto circa (mi vergogno) 7 anni prima del primo rapporto sessuale (ecco, magari già qui sono più un'eccezione), a 12 o 13 anni. (Renatone nostro, con la mia amichetta del cuore e accompagnate dal suo papà)

  • la scenografia era probabilmente molto ecologica e questa è una bella cosa, ma faceva veramente cagare. I megaschermi erano troppo bassi e chi era basso non vedeva una sega. C'erano dei tralicci ai due angoli davanti del palco che chissà come saranno stati contenti quelli in linea con i tralicci.

  • concerto molto rock, molto Vasco-oriented, io mi chiedo sempre come possa essere messa in scaletta una canzone come Happy Hour e non una come Sogni di Rock'n'Roll. Porca troia. Anche stavolta non l'ha fatta, nemmeno in un medley.

  • mi fa un sesso della madonna, quando si è palesato a torso nudo abbiamo avuto momenti multi-orgasmici (la carne è debole e l'ormone impazza).

  • il mio compagno di scherma si è palesato alle 20.45, facendomi venire 3000 paranoie su: arriva? perché non arriva? avrò capito male? era qui l'appuntamento? avrà trovato i biglietti al botteghino? etc. etc.

  • non ha piovuto. Molto strano. Molto.

  • il concerto per la musica mi è piaciuto. Bella l'idea degli articoli della Costituzione su Non è Tempo per Noi (ultimo: "Il rock dovrebbe essere suonato al volume che serve", che 'sti cazzo di comitati di quartiere tacciono sulle domeniche del calcio, dove ogni tanto qualcuno crepa, ma su 7 concerti minchia, quanto rompono il cazzo: cambiate quartiere, imparate che musica è cultura, mettetevi i tappi nelle orecchie e soprattutto, porcaputtana, chiudere un concerto a mezzanotte non è come chiuderlo alle 4 del mattino, branco di idioti. E c'è pure la lotta sui decibel. So io dove infilerei loro il contatore di decibel).

  • ma lui? E' ancora lui o un suo clone? Ha baciato una telecamera. Ha fatto discorsi retorici, tipo "Io so che voi vi meritate tutto", ma che ne sai? Tra 65.000 persone c'è forse quella che ha investito qualcuno e poi è scappato, quella infida, quella perennemente piagnona, quella che non porta rispetto per nessuno. Che senso ha una frase così? Nessuno. Cantante, canta e taci. O se proprio devi parlare, non dire sciocchezze. Non so, è rimasta la musica, è (i.e. credo sia) rimasto l'uomo, ma si è come distaccato dal personaggio. Mi piacerebbe coincidessero ancora.

  • malgrado tutte le critiche, ché si sa che sono criticona, a me la sua musica dal vivo, club, palazzetto, arena o stadio che sia, piace sempre assai.

Anche nel mio salotto di casa non mi dispiacerebbe. Tutto sommato.

12 commenti:

Zino ha detto...

Cough cough troppa tosse per commentarti stop... preso freddo ieri dopo concerto stop... condivido in pieno analisi sul personaggio che ormai si sente fin troppo Gandi stop... propongo petizione anti comitati di quartiere stop... sogni di Rock'n Roll avrebbe pienamente ripagato del prezzo del biglietto stop... ti hanno mai detto che sei fin troppo pignola stop... notte cough cough

steff ha detto...

schifo ligabue! bleah, 800 canzoni tutte uguali, con la stessa voce menosa che urla le stesse sequenza consonanti-vocali

steff ha detto...

non trovo la 1x19 di studio60

Pappina ha detto...

@zino: sono cialtrona più che pignola, ma di concerti del Liga ne ho visti talmente tanti che qualche paragone, non so com'è, mi sfugge. tu comunque vieni a ruota, belllo!

@steff: il mondo è bello perché è vario. io canto anche paoli gino. (senza essere un cantautore piccolino, cit.)
lo scrivere riflette moltissimo il carattere, spesso più di quanto non si voglia.
la 119 te la metto sul mulo, però domani ché ho già spento il pc del mulo. se non la vedi, ricordamelo.
ciao stefanorso.

steff ha detto...

tu c'hai dei pregiudizi u.u
assolutamente fallaci, cmq.

Pappina ha detto...

@steff: tutto po' esse, però ci azzecco spesso. da come uno scrive e di cosa scrive, ricostruisco la personalità del soggetto. ma tu sarai senz'altro l'eccezione.

shenkerla ha detto...

non so di cosa state parlando tu e Steff però concordo con te: lo scrivere riflette moltissimo il carattere.
Poi: il mio primo concerto? 1984 i CLASH!

steff ha detto...

non stiamo parlando di nient'altro di quel che c'è scritto in questo commento :)
pappina fa parte del gruppo dei blogger "privacy uber alles", l'identità reale del blogger è inconoscibile allo scibile umano :P

Pappina ha detto...

@shenkerla: ma lo sai che la pensiamo quasi sempre uguale. è Steff che fa i capricci, ché vorrebbe che dalle sue parole non trapelasse nulla, illuso!

@steff: sì, divido i mondi. mi piace così. che se poi mi incontri e cominciamo a parlare mi sgami subito, ché io parlo paro paro a come scrivo (no comment, please)

Pappina ha detto...

@shenkerla: ma lo sai che la pensiamo quasi sempre uguale. è Steff che fa i capricci, ché vorrebbe che dalle sue parole non trapelasse nulla, illuso!

@steff: sì, divido i mondi. mi piace così. che se poi mi incontri e cominciamo a parlare mi sgami subito, ché io parlo paro paro a come scrivo (no comment, please)

steff ha detto...

non ci credo, una che scrive mail di 1 riga è una timidona introversa :PPP

Pappina ha detto...

timida sì ma introversa proprio no...