martedì 1 luglio 2008

trottolino amoroso

Di amoroso non c'è davvero un cazzo, ma la trottola sì, e quella trottola sono io.
E fai questo, e fai l'altro, e oggi big day: otorino.

Allordunque, baldanzosa, entro nel poliambulatorio, ci sono 567 persone sedute su altrettante sedie, ma vedo uno sportello vuoto e mi dirigo lì. Una giovane donna bruttarella (e cambia almeno montatura degli occhiali, che quella che indossi neppure mia nonna) e cicciona (non sempre le ciccione le associo a qualcosa di negativo, ma santocielo, questa è cicciona sgraziata, quindi pollice verso), mi tende la mano dal buco dello sportello e io le dò la mia impegnativa e la mia tessera sanitaria.

Siccome legge "ipoacusia" ha la brillante idea di sussurrarmi:
"...eso...ro?"
"Eh?! Scusi può ripetere che non ci sento?"
"HA PRESO IL NUMERO???"
Tutte le 567 persone hanno creduto parlasse con loro, e si sono voltate incredule.
"Ah, no, veramente no, non lo sapevo, devo prenderlo?"
E la cicciona sgraziata e seccata:
"Ormai."
[ma se ti fa cagare fare il lavoro allo sportello, perché non fai altro? Ah, su questo, io che spesso ho a che fare con miliardi di utenti impazziti, sono inflessibile, ché io ho trattato male solo uno che voleva una roba che non poteva avere e me l'ha chiesta 345 volte! Ciao Lorenzone, mi manchi un pochino, tu e le tue ossessioni, mi mancate tutti di quel posto di lavoro là, accidenti, peccato sia finita la consulenza]

Entro poi nel girone dantesco degli acciaccati, un corridoio stretto, su cui si affacciano gli ambulatori, e pieno di gente, dove devo consegnare un foglio all'infermiera.
Davanti a me un vecchissimo con le grucce che cammina a 2cm all'ora. Nessuna possibilità di sorpassarlo. Davanti a lui uno sgabello, di cui non sembra essersi reso conto. La mia mente vola, lo vedo già stecchito in terra con frattura del femore scomposta [sì, la notte, invece di dormire, mi rivedo ancora ER: tra l'altro non ricordavo che Carter avesse avuto una storia con Abby], invece sbaglio: il vecchio poggia il suo nobile culone sullo sgabello. Impedendo l'accesso per tre quarti del corridoio.

L'infermiera mi dice (lei, più intelligente, urlando): "Venga, venga, stanza n.3, è la prossima!", e mi fa strada in mezzo ai derelitti. Le dico:
"Vada piano, che se no travolgo qualcuno..."
"Pazienza! Tanto sono già qui bell'e pronti per essere curati!"
Cinica, ma che donna simpatica!
[leggesse mia madre, mi accoltellerebbe]

Ed ecco l'otorino. Anzi, l'otorina.
Mi fa un paio di pere di acqua tiepida nell'orecchio. Scuote la testa. "Ah, siamo messi male", perfetto.
Mi fa un paio di pere nel secondo orecchio, quello che io pensavo sano, ed esce qualche frammento cristallizzato. Mi dice: "Anche qui ha un tappo di cerume bello grosso, menomale che ci sente ancora da questa parte", una consolazione.
Poi mi infila dei piccoli coni da una parte e dall'altra, e ri-scuote la testa.
"Lei usa i cotton fioc?"
"Sì, ma solo all'esterno"
"Non bisogna usarli, perché spingono la cera all'interno"
"Ma...", vabbé, lasciamo stare, tanto è convinta che me li infili fino alla materia grigia.
"Impossibile togliere i suoi tappi, sono troppo duri"
"...e quindi? Cosa posso fare?"

Risultato finale:
  1. sono ancora sorda come una campana

  2. ho scoperto che a breve potrei esserlo anche di più, si chiudesse anche l'altro condotto uditivo

  3. ho i condotti uditivi formato mignon (id est: io le orecchie me le lavo, accidenti!) e quindi ho una notevole predisposizione a questo problema

  4. problema che pensavo affliggesse un orecchio solo, invece entrambi, ma che bello

  5. altro giro, altro regalo: nuova impegnativa, nuova prenotazione, instillazione nei 6 gg precedenti la visita di una roba oleosa, nuova ricerca di un parcheggio in zona, macchina nuovamente arroventata sotto il sole, nuovo ritorno a casa sudata come un operaio edile che lavora per 8 ore in una conca siciliana al centro dell'isola, abbiocco istantaneo al fresco dell'aria condizionata, con rischio di polmonite.

Nella speranza che la prossima sia la volta buona e riesca a sentire il resto del mondo.

10 commenti:

PuroNanoVergine ha detto...

LO SAI CHE NOI DUE SIAMO COMPLEMENTARI ?

L'UNICA COSA CHE SO DI E.R. E' CHE ABBY STAVA CON CARTER (MI PIACEVA ABBY, L'ATTRICE INTENDO).

p.s. già mi tocca gridare con mia madre : se ti ci metti pure tu. SE TI CI METTI PURE TU.

Pappina ha detto...

Sciocchino.
(io mia madre l'ho amplifonizzata, ora sono io a non sentire una sega del tg quando si mangia insieme)

Fragola ha detto...

mia mamma è sorda, tiene la tv a volume imbarazzante. Se le suggerisco di provare un qualche apparecchio si offende perchè dice che è giovane (?)... se le dico di abbassare mi risponde che se vado in discoteca posso sopportare anche la sua tele. è una vitaccia...

Zino ha detto...

Ma quei coni che si mettono nell'orecchio, ai quali si da fuoco e vi risparmio cosa ne esce... non fungono? Li conoscete?

Ps: Come già detto, Non importa la quantità (4 ore) importa la qualità dell'acqua presa. Nel mio caso lacrime divine, nel tuo... pizza e fichi :)

PsII: Chi mi delizia con i suoi post non può essere gnocca, la qual cosa creerebbe un ossimoro in termini. Quindi cercherò, a tempo perso, un'anonima biondina (fasulla) il cui taglio necessita un immediato ritocco. :-D

Pappina ha detto...

@fragola: io credo di essere diventata sorda per colpa di mia madre, l'orecchio, per autodifesa, ha costruito barriere contro il rumore dalla sua tv e dalle voci di noi sorelle nel tentativo di comunicare. tuttavia un esame audiometrico prenotaglielo, davanti all'evidenza si deve arrendere.

@zino: ne avrò fatti 6 o 7, messo pure le gocce. servono se hai un tappino, se hai un tappone come me sei finito.
p.s.: dissento
p.p.s.: sono l'eccezione evidente che conferma la regola. sul biondino fasullo nulla da ridire, d'altronde chi ha i capelli color topo qualcosa deve pur fare!

Zino ha detto...

Color Topo?
Tipo quelli della fata turchina?
Tipo quelli di Satomi di Kiss me Licia?
Tipo quelli di Creamy o Magica Emy???
E tu ti colori questa meraviglia?
Non ho parole :)

Pappina ha detto...

Sarà perché non sono un cartone ma un essere (dicono) umano, e per giunta femmina e dunque vanesia quel tanto che basta?

steff ha detto...

ti assicuro che qualunque sportellista, potendo farlo, cambierebbe lavoro!!!!!!!!!!!!!!
e ancora punti esclamativi:
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
io l'ho fatto solo per 9 mesi e alla fine ero CONTENTO della fine del contratto di lavoro.
peggio che al militare.

Pappina ha detto...

ma tu hai un caratteraccio e non sei portato. io ho un ottimo carattere e sono portata, anche perché hai un sacco di ottime occasione per tacchinare, infatti mi hanno chiuso in un ufficio. che prima era un po' più serio, adesso è ciarliero e spettegolone. ma non dico che il merito sia solo mio.

steff ha detto...

e che ne sai che ho un caratteraccio? ti ricordo che non mi conosci :P e che sei TU che hai paura di conoscere la gente onlain