mercoledì 18 giugno 2008

microfiche di esperienze

Ho due cari amici che vivono due situazioni difficili.
Niente di trascendentale, solo situazioni amorose/sentimentali difficili.
Loro si confidano con questa cialtrona che scrive, che quanto più non sa ben gestire la propria vita, tanto più riesce a vedere con chiarezza le situazioni altrui, e a produrre consigli e commenti che sfiorano la saggezza assoluta. Io non parlo a vanvera, con gli amici a cui voglio bene, io parlo se mi viene chiesto un commento, un consiglio. E cerco sempre di evitare giudizi, e questa è forse la parte più difficile. Perché se hai una coscienza, se hai dei (discutibili) valori etici a cui ti attieni, è naturale formulare dei giudizi.

Poi però penso sempre che si tratta di situazioni che vengono vissute da due esseri umani diversi, e penso anche che bisognerebbe sempre sentire l'altra campana, e quindi, benché nella mia testa vengano prodotti giudizi alla velocità della luce, mi dò bastonate alla Tafazzi e li tengo per me.

Solo che tu commenti e consigli, ma a distanza di giorni scopri che i tuoi commenti e consigli sono stati ignorati. Tu sai, perché è successo cento volte anche a te, che infilare la testa sotto la sabbia non è la soluzione ottimale per risolvere situazioni sospese, tuttavia vedere questo atteggiamento nei tuoi amici ti provoca un dolore quasi fisico, non che un certo grado di irritazione.

Vorrei che le mie esperienze potessero essere raccolte in tante microfiche, vorrei che quando un amico mi si palesa davanti in un momento di difficoltà, io potessi infilargli la microfiche attraverso l'ombelico, vorrei infine potergli dire: "Questa è la mia esperienza, guardala e riguardala. Potevo soffrire molto meno se avessi fatto così e colà".

E' solo un bel sogno.
Io adoro sognare.

8 commenti:

Lillo ha detto...

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Però sì, è un gran bel sogno.

Keep dreaming...

Baci,
-L.

Mati ha detto...

Ho letto proprio microfiche anziché microfisc e non capivo.
Sono senza speranza.

Zino ha detto...

Anche io sono del genere predico bene e razzolo male ma, soprattutto, a tua differenza dò giudizi, giudizi che siano cattivi, anzi cattivissimi, soprattutto a chi voglio bene. Mi sembra superfluo spiegarne il motivo, mi sembra che indirettamente lo dici anche tu parlando delle microfibre.

Ps: Anche a me era all'addome, per fegato, fottute transaminace o come cavolo si chiamano le conseguenza degli itao-olandesi bagordi giovanili.

PsII: La cialtrona che scrive, inizia a piacerci.

Mafalda ha detto...

mi associo a mati ...anch'io ho letto microfiche ... ussignur!!!

Purtroppo quando non ci si vuole rendere conto di alcune cose ... nemmeno un cartello a lettere cubitali fosforescenti ci farebbe aprire gli occhi ...

però è un gran bel sogno

PuroNanoVergine ha detto...

Anche io lessi microfiche e la cosa interessossemi assai (per un nano la microfica è il sogno dei sogni).

p.s. mi scuso per il commento da depravato, ma l'equivoco non dipende solo dalla mia depravazione, ma pure dall'autrice (nel blog di Pappina, un post sulle microfiche, e non microfiches, sarebbe cosa del tutto normale ;-)).

Pappina ha detto...

@lillo: you're right, but i'll keep dreaming as you suggest!

@mati: come avrai letto non sei certo l'unica... ma non sono così perversa!

@zino: io cerco di trattenermi. infatti proprio qualche giorno fa ho detto a un'amico: "quella donna ha un pelo sullo stomaco che neanche berlusconi", avvertendolo però che il mio giudizio avrebbe potuto recargli un dispiacere... basta, no? niente da fare, le ha trovato 57 giustificazioni.
PSII: come INIZIA a piacerci?!?

@mafy: non so. forse sono piena di me, ma i giudizi o i commenti sull'etica negativi che sono stati dati agli uomini protagonisti delle mie situazioni difficili, col tempo si sono rivelati erati. i miei invece ci beccano, quasi sempre. sì, sì, continuo a sognare.

@pnv: mi scuso io con te per averti dato cotal illusione. e va beh, ammetto, se scrivo di uccelli potrei scrivere anche di fiche, se fossi politically correct. ma pnv, sai bene che non lo sono! quindi scrivo di uccelli che sono argomento interessante, le fiche, dal mio pdv, molto ma molto meno. comunque ho controllato. MICROFICHE è scritto così ed è sostantivo invariabile. tié.

steff ha detto...

d'ora in poi, "microfisc"

Pappina ha detto...

mi rifiuto di cedere all'ignoranza popolare ma soprattutto alla vostra perversione innata!