mercoledì 30 aprile 2008

cuor di leone ha risolto la questione

Mattina

Buuuuuuuuzzzzzzzzzzzzzzzzz.
(sveglia per bovini addormentati, specie alla quale io appartengo la mattina fino al 30° minuto - minuto del cappuccino)
Spanf. Sdeng. Clic.
(mi rigiro nel letto, batto il gomito sa iddio dove, accendo la luce)
Trallalalaaalaaaaaaaaa.
(accensione telefonino)
Riiing, riiing, riiing.
(Occhei. Uno dei tre sms è dello stronzetto)
Zgnzgnzgn.
(i miei denti producono suoni inverosimili, mentre vedo che lo stronzetto non ha smssato)
Gasp!
(un'amica mi scrive che era dal '47 che non le capitava di scopare tre volte a fila. E io mi sento sempre più imbecille, sempre di più, sempre di più, chi offre di più?)
Tic, tic, tic, etc.
(scrivo sms)
Riiing.
(lo stronzetto si scusa, ma si era dimenticato di rispondere. Io in questi momenti lo amo, perché è un puro. Sa che potrebbe subire una sclerata amplificata dall'ora indecente, ma lui è puro e dice la seppur dolorosa verità. Si era dimenticato)
Sic.
(mio singhiozzo)
"Speriamo bene".
(mia prima rauca frase della mattina, mentre leggo che magari ci vediamo nel weekend, ci riaggiorniamo sabato)

Pomeriggio tardo tardo

Viene a trovarmi ex-fidanza che mi porta i regalini: i gadgets dell'azienda per cui lavora e il mio regalo di compleanno. Quest'ultimo consta in due magliette. In una c'è sù Snoopy che rincorre qualcosa, nell'altra ci sono sù delle righe piccine orizzontali rosse su sfondo bianco e uno stemmino. Quella di Snoopy è verde ed è una t-shirt, ed ex-fidanza specifica che è stata comprata all'oviesse, come a giustificarsi. "Sai, [moglie] ci teneva molto a comprartela, fa molto anni '80". Quell'altra è una polo di tommihilfingher. Però la prima la vedi che ride, l'altra ha il sorriso delle 60enni che si sono fatte il botulino in faccia.

Sera

Mater mi propina un innocuo hamburger con tanto di patatine fritte. Innocuo un par di coglioni. Credo sia dalle 20.15 che continuo a fare rutti all'aglio (sono passate quattro ore, n.d.b.).
Ma metti che avessi avuto qualche appuntamento? I casi sarebbero stati due:
1.non mi piace, mi tengo a distanza, mangio 5 ciuingam deigam alla fragola e bòn
2.mi piace e pur di farglielo capire esercito le mie facoltà orali sul suo batacchio (almeno mi porto avanti coi compiti), scappando istantaneamente dopo con un rapido e inodore/insapore sfiorarsi di labbra, adducendo la scusa che devo lavorare.

["Ma non scappare, torna quuui! Ma poi che cazzo di lavoro faaaaaaaiiiiiiiiiiii?" (sono già lontana)
"Laaaa siiiindaaaaaacaaaaaaliiiiiiiistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!"]

Tarda sera

Ricevo mail ed sms da un'amico. Troppi. Troppo intimi, per la tipologia della nostra amicizia. Mi sale l'ansia. Non gli rispondo se non dopo tempo. Ma non demorde. E la cosa mi fa paura, non perché sia lui a farmi paura, ma perché siamo amici e va bene così

[e sia! Che cazzo di coscienza puntigliosa che ho! Va bene così perché non mi fa voglia baciarlo né fare alcun genere di sesso con lui. Ooooooh]

e non voglio dargli spazi per potersi eventualmente esprimere in toni più espliciti.
Ma allo stesso tempo sto snaturando la nostra amicizia. Mi secca molto.
Ché alla fine certe amicizie perdono la loro naturale essenza e a me spiace assai.

Sono quelle situazioni di merda in cui mi sono già trovata diverse volte.
Una volta un'amico con cui ero stata al cinema (un santo, ero pesante come il marmo di Carrara in quel periodo, e lui e pochi altri si ficcarono qualche chiodo nei polsi e mi stettero vicino) provò a baciarmi. Gli risi in faccia. Ma non per il fatto di essere nervosa o imbarazzata. Proprio perché mi faceva ridere, io ero la sua antitesi di accezione di donna, e mi veniva a baciare! Lui rimase un po' così, non era un tipo strafigo, però ci sapeva fare di brutto. Non era abituato a ragazze che rifiutavano un suo bacio, per di più ridendo.

E così gli spiegai che ritenevo la cosa una stronzata, amici come prima e tutto tornò a posto.
Mentre salivo le scale di casa mi ricordai però delle descrizioni degli elementi degli spogliatoi maschili fatte dai miei amici-amici maschi: tutti giudicavano il pisello del suddetto "esagerato", con un malcelato tono misto tra l'ammirazione e l'invidia.
Uno dei pochi rimpianti che ho.

2 commenti:

BiancoBi ha detto...

Tra gli amici aspiranti-fidanzi e gli exfidanzi, sempre meglio gli amici aspiranti ;-)

Pappina ha detto...

Negativo. Oggi l'amico aspirante mi ha mandato un sms che traboccava bile... almeno ex-moroso (non ex-fidanza, un gradone più in basso, solo ex-moroso) è bilioso solo quando guida o parla della chiesa (la combinazione delle due cose potrebbe portare all'espulsione automatica del sedile passeggero, tipo quando gli dico: "Ma tu esageri"). L'amico aspiante se vede aria di respinsione si incattivisce, di solito. Che roba brutta. Welcome.