lunedì 26 gennaio 2009

the power della rabbia (non la malattia, lo stato d'animo)

Giovedì mi hanno detto una cosa che ho creduto errata.
Era TROPPO ingiusta nei confronti dei diritti di persone con oggettive difficoltà.
Venerdì la persona che mi ha comunicato la notizia ("Ma avrai capito male, cazzo, dai!") mi ha inoltrato una mail. Notizia confermata. Per iscritto. Dalla società, una signora società con la quale tutti abbiamo a che fare, che calpesta i diritti delle persone.

Io potrei essere una persona in difficoltà.
Io stessa.
E mi è salita una rabbia furibonda. Ho scritto una mail.
Ieri sera l'ho inviata a chi si occupa di ingiustizie varie.

Stamani una telefonata.
"Buongiorno, sono A. della redazione di XYZ. Abbiamo letto la sua mail. Vorremmo realizzare un servizio."
La giornata è cominciata bene, e ho sorriso.

[magari non servirà a cambiare lo stato delle cose, ma forse potrà far riflettere qualcuno, fosse anche una persona sola in questo sgangherato stivale. Mi basterà. Forse]

4 commenti:

shenkerla ha detto...

brava! Sputa tutto il tuo veleno senza esclusione di colpi.
Fa' valere i tuoi e i diritti di tutti!

Si vede che ci sai fare: io ho scritto una mail di protesta alla foppapedretti perchè ho rilevato una scarsissima qualità in un prodotto costosissimo che ho comprato e...non ho ottenuto neppure un vaffanculo di ritorno!

Pappina ha detto...

@shenk: a parte che giovedì prossimo ci intervistano e ho già l'ansia, stavolta mi è andata bene. la foppasola non risponde? scrivigli una mail al giorno, cioè tutta una serie di mail di inoltro. te l'ho già detto: a rompere i coglioni si impara...

shenkerla ha detto...

tenterò l'escalation

steff ha detto...

sai, VERO, che voglio sapere tutto!?!?!?!?!?!